Il Casale del Passatore è, a ragione, considerato un piccolo paradiso, compreso tra un boschetto di querce e pini ed il torrente Aia, allietato dal canto degli uccelli (tra cui usignoli, upupe, falchi, aironi cenerini, beccacce, allodole, fagiani, tortore, etc.) e non disturbato dalla presenza di altri nuclei abitati.

A circa 800 m. di distanza scorre il fiume Tevere con i suoi pittoreschi sentieri contornati da una lussureggiante vegetazione, adatti al pic-nic e ad invitanti relax.

E’ il luogo ideale per relax di fine settimana di chi abita in città e per i turisti di tutto il mondo che amano trascorrere le loro vacanze alternando alle visite archeologiche (necropoli etrusca di Falerii Novi a circa 10 km, scavi città preromana di Ocricolum a circa 5 km.) e a città d’arte (Roma, Perugia, Assisi, Viterbo, Todi, Gubbio, Firenze) momenti di assoluta pace e silenzio ma anche di sport, svago e passatempo.

Il casale del Passatore, con i suoi ampi spazi e lontananza da centri abitati vuole essere un luogo aperto a tutti i giovani del territorio circostante, punto di incontro e di riferimento per chi ama lo sport, la natura, gli animali, per chi intenda coltivare attività creative (musica, teatro, danza, poesia) e di animazione e svago (incontri a tema, feste, concerti, giochi di società, proiezioni video, etc.).

Italiano
Inglese
Francese
Tedesco